l'orto a scuola

l'orto a scuola

lunedì 19 marzo 2018

L'orto delle fate- un'esperienza di percezione sensoriale

L'orto a scuola è un'esperienza di apprendimento attivo molto bella.
Apprendere attraverso l'esperienza è divertente e permette di raggiungere gli obiettivi in modo semplice, senza fatica.
Finalità:
-Acquisire l'esperienza del conoscere e conservare le piante.
-Fare esperienza pratica per un apprendimento attivo
attraverso le seguenti competenze:
 -osservare
-conoscere le caratteristiche di terra, aria, acqua e fuoco.
-operare una classificazione tra oggetti e prodotti naturali.
-lavorare con gli elementi e i vari materiali per affinare diverse percezioni.
-Stabilire relazioni temporali, causali e logiche.
-Passare dall'esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica del vissuto.


Abbiamo iniziato quest'esperienza in un lavoro individualizzato con una ragazza dal sorriso che sembra un raggio di sole! C. frequenta la terza media e ha problemi motori.
C. ha accolto con entusiasmo la proposta di lavorare nell'orto: il laboratorio è impostato tenendo presente le sue difficoltà, quindi si tratta di un progetto esperienziale dove la sensorialità è al primo posto.

PRIMA PUNTATA-programmiamo e prepariamo il lavoro

Abbiamo deciso d'iniziare con la scelta di una storia che possiamo elaborare con la CAA (comunicazione aumentativa alternativa) e che ci accompagnerà nei momenti di pausa dal lavoro vero e proprio e che C. potrà presentare all'esame di licenza media.
Abbiamo scelto Raperonzolo e ci siamo dedicate alla traduzione in simboli PCS e ai disegni che C. ha dipinto da sola.

Una ricerca online ci ha aiutato a capire che cos'è il raperonzolo, le caratteristiche della pianta e visto che la chiamano l'erba delle fate, il nostro orto si chiamerà proprio così: l'orto delle Fate.

  

L'orto a scuola

Emoticons 9 Hobbies
(aggiornamento di un'esperienza del maggio 2013)
 
L'orto a costo zero con materiale di recupero
Mettere le mani nella terra, coltivare delle piante, curarle e vederle crescere è un'esperienza 'terapeutica' che fa molto bene a tutti.
Chi non ha la possibilità di avere un pezzo di terra può sempre cimentarsi in un piccolo orto sul balcone.
Il laboratorio di classe di maggio sarà dedicato proprio a quest'attività, così a fine anno scolastico ognuno si porterà a casa il suo piccolo orto.

mercoledì 14 marzo 2018

creazioni di primavera


Sperando che la primavera arrivi prima possibile raccolgo un po' di idee per creare e divertirsi:-)









 Quale vi piace di più?? io vorrei farli tutti!!!!

(foto dal web)


venerdì 23 febbraio 2018

Inaugurazione scuola dell'infanzia Ositos Felices in Ecuador

 E IL GRANDE GIORNO E' ARRIVATO!!!!
Ecco l'inaugurazione dell'asilo nuovo al quale Silvia Zangrando, Presidente dell'Associazione 'Amici Trentini' Ha consegnato le nostre creazioni.
Oltre a esprimere un grandissimo ringraziamento a Silvia e all'associazione per averci dato questa opportunità (ai ragazzi dell'Istituto Comprensivo 'altopiano di PInè), vogliamo esprimere la nostra gioia nel vedere realizzato un progetto di Speranza.
La possibilità per questi bambini di avere un ambiente sereno dove crescere.
Sosterremo sempre progetti di questo tipo perchè c'è tanto bisogno di Amore, Speranza e di persone che credono nella possibilità di un mondo migliore.





martedì 19 dicembre 2017

Laboratorio solidale per Ecuador


                        "Guida con l'esempio"



Santo Domingo -alluvione



Il 29 novembre abbiamo incontrato la Presidente dell'Associazione 'Amici Trentini'.
Ha raccontato ai ragazzi la grave situazione che vive il popolo in Ecuador in seguito a terremoto e alluvioni.

L'Associazione che opera non solo in quella zona, si sta occupando della ricostruzione.
http://www.amicitrentini.it/ 

Con un gruppo di ragazzi della Scuola secondaria di Primo grado prepareremo delle creazioni da inviare a fine gennaio in una scuola dell'infanzia a Santo Domingo de los Tsachilas.

Abbiamo cominciato dal pannello con il nome dell'asilo in cotone e pannolenci:-)


 Abbiamo proseguito con la costruzione del Memory, il gioco di memoria che tanto piace ai bambini.

 Proseguiamo con dei burattini di cotone. I ragazzi colorano e creano dei personaggi:-)
Ecco i ragazzi al lavoro e alcune creazioni:






Dopo aver lavorato molto sui vari personaggi 'da mano' abbiamo finito il Memory, riposto nel suo sacchetto di cotone e preparato EL PRIMERO CALENDARIO.
Ci siamo fatti tradurre i nomi di giorni e mesi in spagnolo da un'alunna che sa la lingua.
Abbiamo finito con i doudou-nanna.
Speriamo che i bambini di 'Ositos Felices' colgano quanto calore e quanto amore c'è nelle nostre creazioni per loro.

Oggi, 24 gennaio, concludiamo il laboratorio. Verrà a trovarci Silvia, Presidente dell'Associazione. Berremo un the insieme e le consegneremo tutti i lavori che lei personalmente porterà in Ecuador. E' stata una bella esperienza che ci ha fatto riflettere e ci ha fatto aprire il cuore verso una popolazione che con tanto coraggio e sorrisi affronta ogni giorno gravi difficoltà.
Siamo solidali con l'Associazione 'AMICI TRENTINI' che tanto Bene, Amore e speranza porta in quelle terre e non solo.
Con gratitudine per aver potuto dare il nostro piccolo contributo.
A presto con nuove iniziative:-)     




A laboratorio concluso abbiamo consegnato i lavori a Silvia che partirà a breve e li consegnerà personalmente alle maestre e ai bambini:-)


lunedì 2 ottobre 2017

giovedì 2 febbraio 2017

Laboratorio di educazione all'ambiente





Vi racconto cosa ho pensato di proporre ad un gruppo di ragazzi della scuola secondaria di Primo grado.

Ho iniziato proprio ieri un laboratorio alla scuola secondaria di primo grado dell'istituto Complessivo nel quale lavoro.

La proposta che ho pensato di fare è abbastanza corposa e articolata, infatti il laboratorio si svolgerà in 9 incontri di 2 ore ciascuno, una volta alla settimana.

Il tema dell'ecologia oltre ad essere molto importante, dà la possibilità ai ragazzi di riflettere, di sperimentare molte creazioni diverse e di fare un'esperienza di gruppo positiva.

 ecco la mia proposta:

venerdì 16 dicembre 2016

stella di carta




Tagliamo un quadrato
Lo pieghiamo a metà...
e poi ancora a metà
teniamo la punta in alto e le 2 punte aperte verso sinistra e tagliamo 5 volte
apriamo e iniziamo e unire dal centro i lembi con la cambrettatrice


giriamo uniamo e cambrettiamo

giriamo uniamo e cambrettiamo fino a ottenere questa punta
facciamo 6 punte e le uniamo
Buon Natale!!!!!!